Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Vale 27 milioni di euro l’indotto della settimana della moda

settembre 26 | Pubblicato da Luigi Sorreca | News

Una ricerca curata dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza ha stimato che la fashion week di Milano genera un indotto di 27 milioni di euro tra shopping (15,1%), alloggio (62,1%), ristorazione (15,2%), e trasporti (3,2%). Il 73,8% ricade sul capoluogo lombardo, il 12,5% sulla provincia di Como, l’8,2% su quella di Varese e il 5,5% sull’area brianzola.
Le quattro provincie contano complessivamente 9mila imprese attive nel tessile (oltre il 50% sono concentrate nel milanese), nella confezione di abbigliamento e fabbricazione di articoli in pelle. Nei primi sei mesi questi settori hanno generato in Lombardia circa 5 miliardi di euro di esportazioni (2,2 miliardi dei quali riconducibili a milano con Monza e la Brianza), a fronte di 3,9 miliardi di importazioni: ne consegue un saldo commerciale in attivo pari a 1,1 miliardi.
L’ufficio studi della Camera di Commercio ha inoltre cercato di attribuire un valore alla moda della Regione, vista come un vero e proprio brand: si tratta di 153 miliardi di euro di cui 111 riguardano la capitale del ready-to-wear. Di tutti gli aspetti che rendono conoscibile Milano nel mondo, il fashion business pesa per il 48,58%. Questa quota, per un confronto, è pari al 18,36% nel caso di Parigi.
e.ff.

(da Fashion magazine)

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Vale 27 milioni di euro l'indotto della settimana della moda";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un Commento

Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.