Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Presentata a Milano la prossima edizione di Première Vision (1)

giugno 30 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, Eventi, News, Prato

Première Vision – Primo Salone Mondiale dei Tessuti per Abbigliamento

da martedì 20 a giovedì 22 settembre 2011

- . LO SPIRITO DELLA STAGIONE AUTUNNO INVERNO 2012-13

-. I COLORI DELLA STAGIONE

- . I TESSUTI/GLI ORIENTAMENTI MATERIALI

- . 4 SCELTE MODA

- . MANTERO / JEAN COLONNA: CREAZIONE A QUATTRO MANI

A/W 2012/13

- una stagione per movimentare radicalmente le proporzioni e gli equilibri tra colore e neutralità, rigore e follia, rarità e profusione, ultra moda e senza tempo.

- una stagione per impegnarsi con libertà e creare nuovi territori con il piacere del nomade, l’agilità della tecnica, il gusto piccante dell’innovazione, la poesia del realismo e la potenza dell’immaginario per meravigliarsi dell’effervescenza deliziosa della scoperta

I COLORI

La stagione spinge il colore con assoluta prevalenza e minimizza la neutralità. Il colore s’impone come mezzo di espressione creativa e potente strumento di differenziazione. La gamma si articola in 3 ritmiche rumorose dai colori perturbatori. Tra un rosso sangue freddo e un’arancione tutto fuoco, le tinte sono totalmente pigmentate, si alternano in caldo-freddo e si rivelano al contatto della totale neutralità. Dal cachi chiaro giusto un po’ al beige goldsilver, una modulazione di sfumature morbide e materiche si elettrizzano sotto una luce stridente e solforosa.

Dal raggio blu metallizzato al bordeaux porpora radicale, i sobri intensi, in associazioni falsamente serie, flirtano con la vivacità del rosa seduttore. Con confronti positivi in multicolori sfumati, in monocromi consapevoli, in trio complici, il colore traccia le nuove vie dell’Autunno Inverno 1213.

I PUNTI FORTI TESSUTI per Universo stile

Attratta dal movimento, la lana esercita la sua influenza, versione chic con il pettinato e versione casual con il cardato. I tessuti acquistano matericità e anche peso inventando una morbidezza intensa. La maglia prosegue la sua trasformazione per capispalla strutturati e senza rigidezza e l’estensibilità esagera per stretch più compatti e malleabili. Lo sport attivo e lo sportswear utilizzano le loro performance per attirare la tecnica verso la modernità mentre il casual prosegue il suo cammino alla ricerca di un’eleganza quotidiana e destrutturata, con sempre più raffinatezza. La serica ed i decori adottano il colore con dinamismo e giocano con una rusticità calorosa.

SEDUZIONE l’universo della fantasia e del fluido

BEN DEFINITI

Alta precisione: i decori adottano linee e colori puliti. La geometria si muove,

le armature diagonali e spina, i pizzi ed i ricami diventano grafie ritmiche.

Fiori ben disegnati: fiori e mazzi di fiori si allontanano dall’espressione pittorica

e si avvicinano all’illustrazione contemporanea.

CONSISTENZA

Spessore fluido: i crêpe e i rasi serici s’intensificano per una densità avvolgente.

I lavaggi accentuano la morbidezza e preservano la densità dei colori. I disegni dei

pizzi sono fitti.

Stretch +: l’elasticità è aumentata, per modellare, per sagomare e centrare nuovi

utilizzi. I tweed e le sete scappano dalla tradizione, si dinamizzano e s’ispirano allo

sport.

COSY GREZZO

Cardati raffinati: le grosse lane, i filati fantasia tweed, bouclè, fiammati si prestano

al gioco del colore per pezzi al tempo stesso quotidiani e spettacolari.

Bestiario bizzarro: bestie e persone, reali o immaginari sono osservati, descritti,

ibridati, raccolti con poesia e humour.

Fantasia modesta: l’eccesso adotta un look casual e addomestica il giorno.

L’usura diventa raffinata, i ricami e i pizzi si amalgamano ai fondi. Le paillette sono

opache. I volumi sono compressi da calandra o ovattati finemente.

IDENTITA’ AMBIGUE

Mescolanze di stile: le influenze, le epoche, le interpretazioni grafiche e le tecniche

sono mischiati ma non a patch: I disegni s’innestano gli uni negli altri per proposte

veramente uniche.

Falsa apparenza: volontarie confusioni tra tessitura/stampa, maglia/tessitura, materia/

motivo.

BRILLANTEZZA CONTEMPORANEA

Scintillii di luce: tocchi di luce colorati cospargono il cuore dei tweed, serici e maglie

dallo spirito più futuristico che festivo.

Metallizzati colorati: Lisci come carrozzerie di macchina o sobriamente cangianti.

DISTINZIONE l’universo dell’eleganza, del formale, dello strutturato

FRANCHEZZA

Intensità cromatica: gli uniti carichi, flanelle e gabardine compatte acquistano

saturazione.

Matericità tattile: pesi in aumento, sensazione di spessore… e comportamenti

ultra morbidi. Per la camicia, twill e rasi abbinano densità e morbidezza.

Alta definizione: chevron, oxford e punti maglia sono nettamente visibili. I filati

più grossi o illusioni di filati più grossi disegnano le strutture caviale, occhio di pernice

o bicolori.

NUOVA TECNICITA’

Tailoring maglia: i doppi e i milano evolvono verso una compattezza più morbida

e le tessiture giocano con la falsa apparenza con un’estensibilità aumentata.

Associazioni funzionali: drapperia e tessuti performanti incrociano le loro qualità

con contro incollati, membrane e ovatte più leggere e più sottili.

Tatti contemporanei: i sintetici si fanno valere con nobilitazione ed i naturali rivestono

un carattere più tecnico.

REVERSIBILITA’

Dai pesi cappotto alla camiceria.

Aspetti doppi: opposizioni tra unito e fantasia, colore intenso e morbidezza incerta,

piccoli e grandi disegni.

Doppie sensazioni: composizioni e strutture contrastanti, lana/sintetico, cardato/

pettinato, secco/morbido, diagonale/nattè, separabile per confezioni appropriate.

RILASSATEZZA

Morbidamente gonfi: lane e cachemire soffiati, infeltriti impalpabili e spazzolature

leggere fino a pesi cappotto.

Lavati: flanelle, tweed e shetland sono “casualizzati” da lavaggi, sovra tinture,

delavabili in pezza o su abiti confezionati.

Tocco vegetale: le mischie lino o ramie offrono un aspetto vissuto sofisticato

alle lane pettinate o cardate e arricchiscono i tatti.

IMPERFEZIONE

Superfici viventi: i filati fantasia, bottonati, fiammati, stampati fanno vibrare il

cappotto, la drapperia o la camiceria.

Colore vivente: l’instabilità cromatica è coltivata come valore aggiunto di

personalizzazione con filati delavabili, sovrastampe e sovra tinture.

RELAX l’universo del casualwear, dello sportswear e del jeanswear

WOOL IMPACT

Aspetti lana chic: lo sportswear fa entrare la cultura “tailoring” nel suo universo

con da una parte, i cotoni con disegni drapperia e mani laniere, dall’altra la lana

pettinata infeltrita s’inserisce nelle mischie e negli indaco.

Aspetti cardati: i cardati s’impongono per il loro carattere al tempo stesso caloroso

e modesto con dei finissaggi veramente sporstwear o delle maglie che flirtano con

degli aspetti maglioni.

DESIGN FUNZIONALE

Densità e morbidezza: la compattezza si allontana dalla rigidità con dei cotoni densi

o ultra morbidi, 100% o con mischie sintetiche o stretch, o lavati senza invecchiare.

Velluti + rasati: i velluti diventano più compatti, sono assottigliati e lisciati,

le moleskine e gli scamosciati densi imitano gli aspetti pellame.

Rotondità maglia: la maglia acquista densità con doppi, mollettoni o spugne e

diventa sensuale con mischie viscosa, lana o cachemire.

USURE PACIFICATE

Ben strapazzate: lavaggi e delavaggi si placano per patinare senza sciupare.

I delavaggi e sovra tinture sfumano per aspetti ricchi e sofisticati. Gli indaco sono

sovra tinti con colore.

ROVESCI NOTEVOLI

Diritto colore: per generare confezioni con dettagli curati in denim, cotone o

spalmature.

Doppia faccia: si divertono con le funzionalità, i contrasti e le fantasie.

La tecnicità si oppone al cosy e le maglie giocano il contrasto tra liscio e rustico.

SUPER RESISTENZE

Brillantezze robuste: per uno sportswear al tempo stesso serico e virile che mette in

scena aspetti cuoio colorato, cerati, resinati o gommosi dalle lucentezze opacizzate.

Riflessi che lasciano augurarsi un look workwear ispirato ad abiti da lavoro.

Decorazioni massicce: i tessuti pesanti si ornano generosamente con sfregature

parziali, damascati, jacquard, goffrature che disegnano in opaco e semi brillantezze.

PULSATION l’universo dello sport, della tecnica, della performance

LANA PERFORMANTE

La lana infiltra lo sport con sempre più sofisticatezza, peso piuma spalmato

impermeabili fino ai contro incollati e membrane multifunzionali. Gli Shetland,

Donegal e tweed sono accoppiati ad interni schiumosi o ovattati per shoftshell

dal look British.

Le mischie lana/sintetico riscaldano la maglia tecnica e l’intimo senza perdere la loro

funzionalità di avanguardia.

TRIPLA LEGGEREZZA

I multistrati estensibili s’impongono come gli imperdibili del settore.

Maglia o tessiture, i tripli materiali puntano su una leggerezza protettrice e si

riscaldano di morbidezza cosy all’interno con micro-fleece.

NETTEZZA

I picchè, goffrati e alveolati ambiscono all’ultra regolarità. I ripstop quadrettano

con precisione i pesi piuma. La leggibilità è rafforzata da un’opacità densa e da

colori perfettamente omogenei.

LUMINOSITA’

Lucentezza raso: la brillantezza liscia è esasperata evitando l’orpello con rasi soavi

ed altamente resistenti.

Brillantezza metallo: l’alluminio si abbina al colore, il metallo crea lucentezze da

carrozzeria.

Riflettori: fluorescente, fosforescente e riflettente emettono luce. Tessuti per vedere

ed essere visti, per la sicurezza o solo per divertimento.

FANTASIA

Pezzi unici futuristici: innovazione e imperfezione risuonano senza contraddizione,

le irregolarità sono volontariamente coltivate per andare verso il non riproducibile

con sovra tinture eterogenee – ma fissate – su bonding o semplici tagliavento.

Fantasie impermeabili: spalmature e trattamenti waterproof propongono nuovi usi

per prodotti fantasia e tessuti performanti che azzardano una scrittura oggettivamente

moda.

4 SCELTE MODA

Anticipazione dei quattro temi moda da scoprire sul salone, degli input inediti per

il pianeta moda dell’autunno inverno 1213:

SENZA COMPROMESSI

Impegnarsi nel colore con un senso acuto delle proporzioni, abbinare sobrietà e

audacia, densità e morbidezza. Sublimare le strutture per maggiori emozioni tattili,

semplificare i disegni per espressioni più radicali.

CON FRIVOLEZZA

Avventurarsi in una moda festiva, sexy, gioiosamente liberata dai codici giorno/notte,

elegante/rilassata. Spronare fluidità e stretch verso raffinatezze glamour o atletiche,

giocare l’ambiguità tra piume e velli, mischiare epoche e stili con dettagli anacronistici.

CON MODESTIA

Riposizionare il casual in un universo meno rurale e più decorativo. Raffinare e

nobilitare il grezzo e i cardati, abbinare ruvidità sportswear e ricchezza ornamentale,

magnificare i decori dagli aspetti vissuti.

SENZA CONFINI

Aprirsi a una moda partecipativa, disposta allo scambio e al collettivo aldilà dei

confini. Combinare city e sport attivo, web culture e folclori urbani, ultra moda ed

eco-responsabilità.

Mantero/Jean Colonna: creazione a quattro mani

Nel febbraio 2011, Première Vision ha collaborato con un famoso creatore,

Jean Colonna, per creare una divisa che hanno indossato le 150 hostess del salone.

Designer dallo stile “radical chic”, Jean Colonna ha ideato un abito di maglia nera,

molto femminile e sexy.

Quest’abito realizzato con una maglia di alta gamma di Marioboselli Yarns & Jersey,

è stato confezionato grazie a una tecnologia di termosaldatura all’avanguardia

sviluppata da Bond Factory.

Per la stagione AI1213, questa divisa è personalizzata grazie alla collaborazione tra

Jean Colonna e l’azienda Mantero, grande protagonista mondiale della seta creativa

e innovativa. Un incontro proficuo tra il serico comasco e il creatore parigino con la

realizzazione inedita di un “accessorio essenziale”. Frutto di una ricerca di un prodotto

originale e pertinente creato da Mantero.

Non è né una sciarpa, né un foulard: questo accessorio di seta, come un bijou,

attualizzerà la linea slanciata e dinamica. Uno “snood” realizzato con tre bande di seta

con i colori della stagione, attorcigliati e cuciti tra loro per

abbellire meglio il collo delle hostess, svelerà al pubblico internazionale di

Première Vision uno dei numerosi know-how di Mantero.

Questa creazione esclusiva sarà inoltre in vendita presso i punti vendita di Première

Vision.

Da collezionare !

Mantero: l’eccellenza tessile

Via Volta 74, IT 22100 Como / T. + (39) 031 3211 / www.mantero.com / info@mantero.com

Quattro generazioni di serici comaschi tessono da 100 anni i filati più prestigiosi per realizzare

tessuti e accessori di fama internazionale. Queste creazioni e stampe uniche che abbinano

tecnologia all’avanguardia, know-how artigianale e ricerca coloristica perenne si ritrovano

nelle boutique di lusso e sulle passerelle di tutto il mondo. Per questa società, una sola parola

d’ordine “l’eccellenza tessile” !

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Presentata a Milano la prossima edizione di Première Vision (1)";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un Commento

Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.