Giornale on line del tessile, abbigliamento e non solo…

Tessile: +3% nel primo semestre, prudenza per il futuro. Loro Piana: “Aspettiamo ottobre”

settembre 14 | Pubblicato da Luigi Sorreca | Biella, Como, Eventi, News, Prato

Dopo la Camera della Moda, anche gli organizzatori di Milano Unica (nella foto il presidente Pier Luigi Loro Piana con il sindaco Pisapia, all’inaugurazione di stamattina) rivedono al ribasso le stime sulla crescita del giro d’affari della tessitura. Nel primo semestre 2011 il settore ha registrato un incremento del fatturato del 3,2%, secondo i dati elaborati dal Centro Studi di Sistema Moda Italia. La seconda parte dell’anno non dovrebbe compromettere i buoni risultati dei primi sei mesi, consentendo di chiudere il 2011 in terreno positivo, pur a ritmi inferiori rispetto a quelli previsti a metà anno.
Per quanto riguarda il 2012, invece, fare delle previsioni risulta davvero complicato: “Aspettiamo ottobre per comprendere quale sarà l’andamento del settore nel 2012 – ha dichiarato il presidente di Milano Unica, Pier Luigi Loro Piana -. Ad agosto siamo ricaduti nell’incertezza, dobbiamo attendere la fine dell’anno per capire se le persone continueranno ad aver voglia di consumare”. Le vendite di tessuti nei principali mercati extra-europei continuano a guadagnare terreno: l’export verso Hong Kong è cresciuto del 12%, quello verso la Cina del +32,4%. Sommando, risulterebbero il secondo mercato di sbocco della tessitura italiana. Sono queste le principali indicazioni fornite per il comparto all’inaugurazione della 13esima edizione di Milano Unica, a cui ha partecipato anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che ha sottolineato l’importanza del salone per la città. “Milano ha bisogno di giornate così, che ricordano le potenzialità del made in Italy e dell’economia milanese, combattendo la crisi con la qualità del nostro lavoro”, ha dichiarato il primo cittadino, esprimendo anche apprezzamento per la sinergia con cui nel 2005 i quattro appuntamenti tessili del made in Italy si sono uniti in uno solo, scegliendo il nome della città: Milano Unica. “Se nel passato questa scelta, che è un segnale, non ha trovato ascolto in città – ha concluso Pisapia – oggi con me la trova e la troverà sempre perché intendo parlare e collaborare non sostituendomi ma lasciando che ciascuno faccia il proprio lavoro, con la responsabilità di sviluppare il patrimonio milanese a vantaggio di tutti”.
Già da stasera il salone cercherà il coinvolgimento della città con il progetto On Stage, una sfilata sulle acque del Naviglio grande, realizzata in collaborazione con Woolmark, a cui partecipano dieci nomi emergenti della moda mondiale. Sulla passerella lunga 109 metri, appositamente realizzata, sfileranno tra gli altri Emiliano Rinaldi, Carlo Contrada e Isabela Capeto.
a.bi.

(da Fashion magazine)

var hupso_counters_lang="en_US";var hupso_twitter_via="paginetessili";var hupso_title_t="Tessile: +3% nel primo semestre, prudenza per il futuro. Loro Piana: "Aspettiamo ottobre"";

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un Commento

Realizzazione sito MB web designer | Powered by Master elettronica S.r.l.